01
Feb

Doppia verniciatura

Implementato il reparto di verniciatura e finitura con un impianto di verniciatura a polvere elettrostatica al fine di controllare direttamente il processo di verniciatura e il livello di qualità dei manufatti trattati.

Alla tradizionale verniciatura a solvente in cui tutti i prodotti venivano trattati con un fondo epossidico di base e una finitura poliuretanica/acrilica si è aggiunta la verniciatura a polvere elettrostatica dove tutti i corpi illuminanti da interno ed esterno vengono verniciati a seconda dei casi con polveri epossidiche e/o poliestere conferendo al prodotto resistenza corrosiva e resistenza ai raggi UV, il tutto nel rispetto delle specifiche QUALICOAT.

Per far fronte alle diverse zone climatiche e ambienti estremi Join LED si è imposta di aumentare i livelli qualitativi del processo di verniciatura attraverso la “doppia verniciatura”.  Tale processo, eseguito su richiesta del cliente, garantisce una resistenza alla corrosione superiore alle 1500h di nebbie saline e una durabilità nel tempo degli apparecchi di illuminazione per esterno.

Il processo di doppia verniciatura viene eseguito in cinque fasi:

  1. Sabbiatura con corindone per un’efficace azione di erosione superficiale in modo da permettere alle successive applicazioni un eccellente presa sul prodotto.
  2. Trattamento chimico in vasca a 50° di temperatura con nanoparticelle ceramiche (Tecnologia Henkel Bonderite® M-NT-41041) in grado di conferire all’apparecchio un’ottima resistenza alla corrosione.
  3. Primo risciacquo con acqua corrente e secondo risciacquo con acqua demineralizzata con livello di acidità e conducibilità controllata.
  4. Primo strato di fondo in polvere epossidiche con caratteristiche di sovravernicibilità, resistenza meccanica e alla corrosione.

Secondo strato di polveri poliestere dagli 80-120micron con ottima resistenza ai raggi UV ad agli agenti atmosferici.